Sabato 16 12 2017 - Aggiornato alle 23:29

Agrigento

Dibattito sul Ponte Morandi La grande bruttezza

In questi giorni molto si è detto e molto si è scritto del ponte Morandi, della sua storia, della sua utilità, della sua leggerezza, financo del suo futuro, e dell’opportunità o meno di conservarlo, demolirlo, modificarlo, limitarlo. E a questo coro mi associo, ma...

di Davide Natale - Se mi domandassi cosa sia maggiormente oscena, se la vista del ponte dalla città, o la vista della città dal ponte, non avrei dubbi: so che sceglierei la seconda...

Il caso
La città e i grandi eventi, matrimonio impossibile?

Per essere - e non sentirsi - realmente una città basata sull'economia turistica, non basta il Google Camp, non basta un vertice internazionale, non bastano le scelte degli imprenditori: ognuno qui deve fare la propria parte

di Michele Scimè - Per essere - e non sentirsi - realmente una città basata sull'economia turistica, non basta il Google Camp, non basta un vertice internazionale, non bastano le scelte degli imprenditori: ognuno qui deve fare la propria parte

Commenti ()

Investire sul ponte Morandi? Un errore strategico

La città deve liberarsi, gradualmente e strategicamente, di tutte le sue brutture, puntando al recupero del patrimonio edilizio storico residuo. Intanto c'è chi continua a scandalizzarsi nel sentir pronunciare la parola decostruzione...

di Pietro Fattori - La città deve liberarsi, gradualmente e strategicamente, di tutte le sue brutture, puntando al recupero del patrimonio edilizio storico residuo. Intanto c'è chi continua a scandalizzarsi nel sentir pronunciare la parola decostruzione... 

Commenti ()

Arte o ecomostro?
Marx e il ponte Morandi

La Piramide del Louvre può piacere o no, ma è la prova provata che è insita nell’uomo la necessità di creare, di osare, di rischiare l’errore. A me non piace, così come non mi è mai piaciuto...

di Vincenzo Campo - Quando vidi la Piramide davanti al Louvre, mi venne in mente un passo del Capitale che m’è rimasto indelebilmente impresso perché mi parve semplicemente illuminante...

Commenti ()

Akragas
La parola di Giavarini

Fervono le trattative per l’ingresso di nuovi soci. La dirigenza è mobilitata per risolvere i problemi di assetto societario e di finanziabilità della stagione. Dalla società non trapela nulla mentre la stampa invita ad avere fiducia. Il silenzio è prolungato e le scadenze...

di Gaetano Gucciardo -  Non dobbiamo dimenticarlo: l’Akragas è stata prossima al fallimento. È costata troppo l’anno scorso e quest’anno, in conseguenza di vicende poco chiare ma che comunque hanno messo a dura prova la motivazione del patron Giavarini, che ha dovuto, a metà stagione, rivedere drasticamente i programmi di spesa... 

Commenti ()

Sere FAI d'estate
Kolymbethra e Farm Park, due mete un progetto

Un sodalizio che gode della benedizione del Parco archeologico Valle dei templi e che inaugura con l'evento nazionale Sere FAI d'estate. "Un'iniziativa che entra in un solco di relazioni gradevolissime con il Giardino ed il Parco e non si esaurisce in questa serata", afferma Bartoli. Il programma

di Debora Randisi - Progetti che si intrecciano. Storie parallele che trovano, nella Valle dei Templi, il punto di intersezione. E di inizio di un percorso comune...

Commenti ()

Arte o ecomostro?
Il ponte Morandi come metafora FOTO

Commenti ()

28 giugno
Amazon per Pirandello con Isabella Ferrari

Il colosso americano, in collaborazione con il Comune di Agrigento, darà vita ad una singolare lettura pubblica dell’opera pirandelliana attraverso con l’utilizzo dei kindle e della voce di una nota attrice italiana

Commenti ()

24 giugno
Sere FAI d'estate, alla Kolymbethra arriva Farm Cultural Park

Prende forma con un grande evento in programma il prossimo 24 giugno il partenariato turistico-culturale sottoscritto tra queste due realtà, che stanno contribuendo a cambiare radicalmente il destino del territorio agrigentino

Commenti ()

6 luglio
"Sicilia in Bolle", torna la grande festa delle bollicine siciliane

Una terza edizione che conferma l’interesse crescente per le bollicine made in Sicily da parte di un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo in un appuntamento ormai diventato simbolo del settore a livello regionale. Ben cinquanta le cantine che prenderanno parte all'evento

Commenti ()

scrivi alla redazione