Domenica 21 10 2018 - Aggiornato alle 16:34

Passa un fatto* Passa un fatto* di Giovanni Taglialavoro


Taglialavoro / Il teatro, una scoperta tardiva ma non casuale

Akragas è ancora in gran parte da scoprire. La città antica non è sopravvissuta come invece è capitato per Siracusa o Roma o Atene

12/10/2016

Come mai non è stato scoperto prima il teatro? Già, bella domanda. La stessa che si potrebbe fare per il triportico, lo stadio, il bouleuterion, ecc.. L’ekklesiasterion fu trovato agli inizi degli anni Sessanta casualmente durante i lavori di costruzione del museo di San Nicola. In questo caso era ancora più strano perché quel sito era stato scrutato da migliaia di visitatori nel corso dei secoli e da centinaia di studiosi attirati lì dal cosiddetto tempio di Falaride.

 Il teatro, a quanto sembra, arriva sì in ritardo rispetto ai nostri desideri, ma non casualmente. Akragas è ancora in gran parte da scoprire. La città antica non è sopravvissuta come invece è capitato per Siracusa o Roma o Atene che si sono sviluppate sullo stesso territorio nei millenni. L’antico territorio di Akragas ad un certo punto venne abbandonato e la nuova città fu ricostruita sulla collina. E’ questo il valore eccezionale del nostro parco. Che non ha nulla di paragonabile nel mondo. Il bosco di mandorli e ulivi della Civita ha nascosto e mantenuto l’intera città antica.

 

* omaggio al poeta agrigentino Antonino Cremona che coltivò il sogno di un'Agrigento all'altezza del suo glorioso passato

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione