Sabato 16 12 2017 - Aggiornato alle 23:23

2017-06-23_064410
Sere FAI d'estate Kolymbethra e Farm Park, due mete un progetto

Un sodalizio che gode della benedizione del Parco archeologico Valle dei templi e che inaugura con l'evento nazionale Sere FAI d'estate. "Un'iniziativa che entra in un solco di relazioni gradevolissime con il Giardino ed il Parco e non si esaurisce in questa serata", afferma Bartoli. Il programma

di Debora Randisi - 23/06/2017

Progetti che si intrecciano. Storie parallele che trovano, nella Valle dei Templi, il punto di intersezione. E di inizio di un percorso comune. Il partenariato tra il Fai - Giardino della Kolymbetra, ovvero l’Eden della Valle, e Farm Cultural Park, realtà artistica dirompente nata dalle macerie del centro storico di Favara, è un connubio affascinante.

La neonata collaborazione verrà inaugurata in occasione dell’iniziativa nazionale Sere FAI d’estate, che il Fondo Ambiente Italiano organizza in tutto lo Stivale con visite guidate al tramonto e suggestive performance musicali. Ad Agrigento sarà Farm Cultural Park a curare i contenuti dell’evento della Sera FAI d’estate in programma il prossimo 24 giugno.

“Inauguriamo con un'iniziativa a carattere emozionale, sarà un momento di festa in cui diverse energie provano ad unirsi per produrne un’energia nuova e senza dubbio più forte e travolgente”. Il direttore del Giardino della Kolymbetra Giuseppe Lo Pilato è entusiasta. L’obiettivo, ci spiega, è quello di generare nel territorio una nuova realtà sociale economico-culturale a partire proprio da queste due mete, Giardino della Kolymbetra e Farm Cultural Park.

Un evento che promette di essere un appuntamento annuale, nonché l’inizio di un progetto più ampio. "Per le Sere FAI d’estate - afferma il fondatoe di Farm, Andrea Bartoli - abbiamo costruito una proposta artistica coerente con il linguaggio di Farm che si sposa alla perfezione con il Giardino, un posto carico di magia. Questa è un'iniziativa che entra in un solco di relazioni gradevolissime con il Giardino ed il Parco e non si esaurisce in questa serata. Ci sarà poi anche una sorpresa firmata Kolymbetra all'interno di Farm”.

Un sodalizio che gode della  benedizione del Parco archeologico Valle dei templi. "A partire dagli ultimi anni – ci dice Giuseppe Parello, direttore del Parco - la Valle ha aperto le porte all’arte contemporanea. Abbiamo ospitato le grandi mostre di Mitoraj, di Fabrizio Plessi. A noi interessa che l'arte contemporanea entri a contatto con la storia e con il paesaggio, così come avveniva nell'Ottocento attraverso i grandi paesaggisti che hanno rappresentato la Valle con diverse suggestioni, all’interno di varie correnti. Occorre riprendere quel contatto con la contemporaneità artistica. È per questa ragione che Farm si inserisce perfettamente nella cornice della Valle, creando un contrasto interessante”.  

Il programma dell’evento Sere FAI d’estate si apre alle 19 con le visite guidate al Giardino e all'ipogeo Kolymbethra (fino alle 23). Alle  19.30, nell’area del Giardino, prima performance dell'artista della serata: Sergio Beercock play in Orange trees.  Alle ore 20, al tempio dei limoni, sarà la volta della danza contemporanea  con Annalisa Di Lanno e Silvia Oteri del Collettivo MoDem. Un percorso legato all’origine della terra, in un luogo dove il tempo passato suscita emozioni future. Un site specific creato per riunire visioni passate e nuove tramite un unico anello: il corpo. L’evento prosegue e si sposta al Tempio di Vulcano alle 21,30 con “Il sogno mediterraneo” di Ludovico Corrao. Claudio Collovà, direttore artistico delle Orestiadi, leggerà alcuni frammenti dal libro ‘Il sogno mediterraneo’, intervista di Baldo Carollo al senatore Ludovico Corrao, fondatore delle Orestiadi di Gibellina. Brevi frammenti a testimoniare la molteplice attività di un uomo che ha costruito moltissimo e che viene ricordato per la sua azione come un unico esempio in Sicilia. Dalle 22 fino a mezzanotte Concerto  di Sergio Beercock  e Indigo Music.

Le prevendite sono disponibili a Farm Cultural Park a Favara e al Mojo Wine Bar (partner dell'evento) in Piazza San Francesco ad Agrigento. Per informazioni  e  prenotazioni:  335-1229042, tutti i giorni  dalle ore  9,30 alle ore 18.30, entro venerdì 23 giugno. Per i partecipanti alla manifestazione a partire dalle ore 19,00 è previsto l’ingresso gratuito al Parco dall’accesso di  Porta Quinta.

 

 

 

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione