Mercoledi 15 08 2018 - Aggiornato alle 18:32


Convegno l manoscritti arabi della biblioteca Lucchesiana

Si presentano al pubblico i primi risultati di un progetto già iniziato un anno fa per la catalogazione e la riproduzione digitale di 32 preziosi manoscritti

- 09/11/2016
Guarda il video

Un convegno su “l manoscritti arabi della biblioteca Lucchesiana e il dialogo interreligioso” si svolgerà giovedì 10 novembre a partire dalle ore 9 nella Biblioteca Lucchesiana, in via Duomo 94, ad Agrigento. L'iniziativa è dell’Ufficio per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso dell’Arcidiocesi di Agrigento diretto da don Luca Camilleri e la Biblioteca Lucchesiana diretta da don Angelo Chillura.

Saranno presenti esperti d'eccezione come Gian Maria Flick, presidente emerito della Corte Costituzionale, JJeremy Johns, del Khalili Research Center, Università di Oxford, Domenico Mogavero, vescovo di Mazara del Vallo, l’imam Abdelhafit Kheid, presidente delle Comunità Islamiche di Sicilia, Giuseppe Mandalà, del Consejo Superior de Investigaciones Cientìficas, Madrid, Umberto Bongianino, del Khalili Research Center, Università di Oxford, Marco Di Bella, del Trinity College di Dublino, Maria Serena Rizzo, del Parco Archeologico della Valle dei Templi, Maria Andaloro, dell'Università della Tuscia di Viterbo.

Si tratta della presentazione al pubblico dei primi risultati di un progetto già iniziato un anno fa per la catalogazione e la riproduzione digitale di 32 preziosi manoscritti arabi, che vede coinvolti la Lucchesiana, l’Ufficio per il Dialogo interreligioso della Diocesi, le Università di Oxford, Madrid e Dublino. Si tratta della più corposa collezione privata di tutto il Meridione d’Italia. I manoscritti risalgono ad una età compresa tra il XII ed il XVI secolo, provengono soprattutto dalla penisola Iberica e dall’Africa Settentrionale. Sono vari commentari del Corano, libri dei sogni del Profeta Maometto e circa una ventina di trattati giuridici.

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione