Lunedi 18 06 2018 - Aggiornato alle 03:45

teatro antico di agrigento
Da 23 marzo al 30 giugno Theatrum ibidem erat eminentissimum, in mostra i nuovi reperti rinvenuti nell'Agorà - 21/03/2017

Reperti archeologici rinvenuti nelle recenti campagne di scavo nell'Agorà di Agrigento saranno in mostra dal 23 marzo al 30 giugno 2017 al Museo archeologico Pietro Griffo. L'inaugurazione è prevista per le ore 17 di giovedì 23 marzo. In esposizione saranno i manufatti ritrovati nel corso dei recenti scavi del teatro antico e del tempio romano.

Per il titolo della mostra, gli archeologi del Parco archeologico della Valle dei templi si sono rifatti allo storico Tommaso Fazello ed in particolare ad un passo del Libro Sesto della prima Deca del "De Rebus Siculis" della metà del 1500. "Theatrum praeterea ibidem erat eminentissimum...". "“Eravi anche un teatro altissimo, il quale fu molto celebrato da Giulio Frontino nel suo terzo libro degli Stratagemi, e oggi a grande pena si conosce dalle rovine de' fondamenti che son presso alla chiesa di san Nicolò”, riportava nella traduzione Remigio Fiorentino. Passaggio, questo, che costituisce l'unica fonte storica attestante la presenza del ritrovato teatro antico ad Agrigento. 

E tra i reperti riportati alla luce dagli scavi, ed in esposizione in questa mostra, figura anche la maschera teatrale in terracotta risalente al terzo secolo a.C. raffigurante un volto di donna con una folta capigliatura. Un oggetto di raffinata fattura oltre che un pezzo unico tra i ritrovamenti avvenuti nel corso dei secoli nell’area archeologica della Valle dei templi.

 

Per saperne di più:

Teatro antico di Agrigento, la diretta degli scavi

Quel che resta delle rovine, di Giovanni Taglialavoro

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione